Il nostro dream..con senso di responsabilità per il nostro paese

Il contesto  in cui ci troviamo oggi è  diverso da quello  dei tempi di Martin Luter King ma l’aria che tira è molto simile, le iniziative politiche in corso parrebbero voler limitare la nostra libertà e i nostri diritti, le riforme recenti del mondo del lavoro, non risolvono i problemi reali ma tendono piuttosto a creare una pericolosa situazione di ” ricatto generale ” …un’evidente forma di schiavitu’ moderna!

Per questo motivo Vogliamo  trovare e proporre ” ricette piu’ giuste, piu’ eque ” e ripartire ” dai fondamentali”,  dai  basics, dai valori ben espressi anche dalla nostra Costituzione e  dal senso di responsabilità di tutti ed impegnarci per realizzare il  sogno  di un paese piu’ giusto ed efficiente fatto di  :               

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Cosa non è piu’ accettabile!

 I risultati  evidenziati dalla  gestione economica e politica degli ultimi 15 anni mi hanno  convinto   che  continuare ad accettare fiduciosamente le  ricette  imposte sino ad oggi per la soluzione dei nostri problemi, non abbia piu’ senso. Esistono  delle valide alternative che  possiamo e dobbiamo  proporre  anche noi cittadini  per dare una risposta piu’ equa ai seguenti temi  che credo siano oggetto,per come vengono trattati dalla classe politica governante, di indignazione per tutti noi, nessuno escluso:

  1. “ equità e lavoro ”  :  Il ministro dello sviluppo, Passera, confermava che oggi in Italia,  28 milioni di persone  sono in seria difficoltà , i livelli di disoccupazione  sono tra i piu’ alti del contesto europeo, qualche milione di persone sono in mobilità o cassa integrazione ed un numero molto elevato sta rischiando   il posto di lavoro . Mentre vengono fatte queste dichiarazioni, l’altra ala del suo governo, rappresentata dal ministro Fornero, vara una eccezionale riforma del lavoro e delle pensioni con la presunzione di rispondere e risolvere questi grandi problemi la cui soluzione passerebbe  attraverso:                                                                                                                -una maggiore ” facilità” di licenziamento che andrebbe estesa anche al settore pubblico, per essere piu’ equa.                                                                                                     – l’innalzamento dell’età pensionabile a 65 anni per le donne e 67 per gli uomini.                                                                                                                                                                                                                                       Con il nuovo articolo 18 e con queste riforme , tutti diventeremo piu’ precari, piu’ ricattabili,  tutti  saremo licenziabili  anche senza giusta causa, tutti piu’ poveri e saremo costretti a rimanere piu’ a lungo sui posti di lavoro non piu’ desiderati perchè troppo ” senior”. Ma ci prendono tutti per imbecilli?? Ma siam pazzi? come direbbe Bersani?Aggiungo che:
  • piuttosto che prevedere per tutti una pensione  adeguata al costo della vita  andremo tutti con un assegno basato sul  calcolo contributivo e quindi  con una pensione da fame
  • piuttosto che estendere a tutti i benefici  e le tutele previste dai  contratti seri, si preferisce togliere diritti e tutele a tutti!

2. Le tasse , sono troppo alte ( sia sugli utili che sui  singoli dipendenti ) e rappresentano la ragione principale della mancanza di investimenti da parte delle imprese che , strozzate, preferiscono delocalizzarele . Le paga solo il 23% della popolazione dipendente  mentre il 67 % le evade.. ed ogni tanto .. attraverso iniziative denominate scudi fiscali   restituisce un  5% a titolo di sanatoria tombale fiscale.  Le piccole e medie imprese soffrono anche di mancanza di sostegni finanziari  adeguati da parte delle banche e di maggiore comprensione dal fisco nonchè  di facilitazioni che semplifichino anche la  vita ” burocratica” delle aziende

3. Il denaro pubblico,  abbiamo  esempi quotidiani che ne certificano un uso improprio anche attraverso assegnazioni  ” senza gara” di appalti pubblici .

4. Non esistono enti  capaci di garantire equità e bloccare le speculazioni  sui prezzi di : gas,luce-telefono-benzina-assicurazioni  che continuano a lievitare in modo assolutamente ingiustificato e non esistono enti deputati al controllo tutelante delle relazioni tra le banche ed i cittadini, a favore di questi ultimi.

5. Le spese della politica continuano ad aumentare come i privilegi  degli stessi politici e i tanto annunciati tagli dei supercosti della politica tardano a vedersi…la riduzione significativa dei parlamentari è sparita dalle agende del  governo, i managers pubblici  continuano ad addurre giustificazioni  costituzionali  all’adeguamento degli stipendi imposti dalle leggi ….e continuano a mantenere incarichi multipli profumatamente remunerati!

6. I partiti continuano ad usufruire di importanti somme di “ finanziamento “ mascherate da improbabili rimborsi elettorali e nessuno intuisce e sponsorizza la necessità di restituire le cifre depositate ed investite foss’anche solo per salvare beni pubblici ( es:Teatro Petruzzelli  e Pompei) oppure per pagare quelle imprese in sofferenza di credito perchè lo stato non riesce a pagarle a causa  della mancanza dei fondi necessari!!

7. Il potere di acquisto dei nostri stipendi si è dimezzato  con l’ introduzione dell’Euro . Oggi siamo il paese Europeo con redditi e potere di acquisto  piu’ bassi .

8. La giustizia ha difficoltà continue nel funzionare correttamente , manca la certezza della pena , i tempi  processuali sono lunghissimi  e la prescrizione è ormai diventata una garanzia di impunità. Non si adottano le adeguate misure organizzative  per fare funzionare meglio la macchina della giustizia e per allontanare dalle cariche pubbliche e dal parlamento i corrotti , gli indagati ed i condannati in primo grado  come è stato anche proposto da qualche partito (IDV –SEL M5S)

9. La libertà di stampa e di informazione è  spesso sotto scacco della politica che vorrebbe    limitarla..alle soli voci del suo coro

10. I risparmiatori sono sempre meno tutelati – direi gabbati..( vedi  piccoli azionisti, spinti dalle banche ad acquistare Parmalat e Cirio….) e chi  ruba i loro risparmi non paga come avviene  invece negli USA….dove ai faccendieri , colti con le mani nel sacco come il finanziere  Bernard Madoff  , hanno dato 126 anni  di carcere imponendo anche  il risarcimento dei cittadini truffati.

11. Il 67% delle  pensioni  è  al di sotto di 1.400 euro lordi  mese…..cifra che ha un valore decisamente inferiore ai due milioni-e ottocentomila lire di una volta!!

12.  Non esiste un progetto paese che sappia  valorizzare  il “ petrolio” che abbiamo in Italia: territorio- ambiente – agricoltura -fattori metereologici, beni culturali, intelligenze, prodotti tipici, artigianato, piccole e medie imprese.

14.  Non esistono piani  strategici  a medio e lungo termine per il rimpiazzo del Manufacturing ( Fiat ),  per la ricerca come  per le fonti energetiche alternative ed in generale è mancata totalmente la capacità di gestire il cambiamento legato al processo di     ” Globalizzazione” che abbiamo semplicemente subito come se fossimo semplici osservatori! ma allora perchè abbiamo pagato cosi’ tanto chi doveva vigilare e prevenire??

15. Analoga situazione esiste per Fincantieri , per aziende internazionali presenti ed in fase di fortissima crisi , sui nostri territori storicamente agricoli  e in fase di forte abbandono come in  Sicilia e Sardegna per citare i casi piu’ evidenti,

16. Trovare  lavoro per i giovani è ancora piu’ difficile di una volta…. ed      a coloro che hanno superato i 60 anni… e che devono puntare ai 66….o ai 42 di contribuzione…. sono richiesti salti mortali per continuare ad essere accettati nelle aziende in cui prestano servizio..e che  di fatto non li vogliono piu’. Facciamo largo a giovani, lasciando andare in pensione chI ha già lavorato una vita; ne beneficerebbero anche le aziende.

17.  Le donne, le donne mamme-mogli  e lavoratrici che non sono mai state aiutate dal welfare praticamente inesistente in Italia .E’  totalmente ingiusto che siano costrette a lavorarare cosi’ a lungo e che in età da lavoro non possano godere di benefici che possano incentivare il sano viluppo delle famiglie.( es. facilitare contratti Part-Time )

18.  Privatizzazione: Nonostante i risultati refendari è tuttora  in corso un processo di  privatizzazione di tutto..scuola,sanità, demanio……autostrade…ferrovie, acque… e chi ci guadagna sono solo i privati che  ahinoi…puntano spesso solo al profitto . Privato, oggi ne abbiamo le prove, non significa  ” efficienza” ma solo profitti per ” pochi” ,  la differenza la fà sempre il buon  ” management” che dovrebbe essere selezionato attraverso processi meritocratici.

19.   Finanza ed Europa : cosi’ come in altri paesi Europei i vincoli finanziari legati al rientro dal debito pubblico ed in generale tutte le regole, stanno lentamente asfissiando le economie ed i cittadini. Abbiamo bisogno di riscrivere le regole finanziarie alla luce dei risultati fino ad ora ottenuti ed  in nome di una necessaria e rinnovata capacità di ascolto e di partecipazione ai problemi dei piu’ deboli.

Dobbiamo avere la forza di  costituire nuove sinergie  e nuove intese  con i paesi in difficoltà come il nostro( Grecia,Spagna,Portogallo,Francia ) e con questa rinnovata forza impostare con intelligenza e senso di responsabilità un nuovo programma che restituisca speranza e sogni a  tutti questi cittadini attraverso il rilancio dell’economia  nell’ovvio rispetto dei ” diritti e dei doveri ” di ognuno.

20. Le forze dell’ordine,  mal pagate , hanno  spesso problemi economici che non consentono alla macchina di operare come dovrebbe ( manutenzioni-benzina per i mezzi – organizzazione e supporti per il lavoro quotidiano ) e posso immaginare anche con quale senso di frustrazione possano operare consapevoli che spesso chi sbaglia viene velocemente rimesso in libertà.

21. La lettera ricevuta dall’Europa( Draghi & C..) con le richieste di pesanti sacrifici e comunicataCi  come unica via per il risanamento  si sta rivelando un vero bluff concordato con il governo Italiano che ha trovato una valida giustificazione ” esterna” sperando di scaricare sull’europa le responsabilità delle inizitive intraprese.( riporto quanto detto in trasmissioni televisive)

22. Dichiarazione  di fine mandato in Italia di Draghi : ricordo perfettamente che disse: è necessario sicuramente tenere i conti sotto controllo ma ora, e lo dico al governo da 5 anni, è giunto il tempo della ripresa econominca che si puo’ ottenere soltanto attraverso una fortissima riduzione della pressione fiscale su cittadini ed imprese recuperando le risorse dalla lotta alla evasione fiscale( perseguendo anche gli scudati e i capitali nei paradisi fiscali ) e alla corruzione…. Questo piano..dove è andato a finire? e la riforma del lavoro come la sta impostando la Dott.ssa Fornero,  cosa ci azzecca?

23.  e  che fine hanno fatto tutti gli scandali portati alla evidenza dell’opinione pubblica da seri giornalisti come la Dott.ssa Gabanelli, Saviano, Travaglio, Gramellini, Santoro, Rizzo e Stella, solo per citarne alcuni?

Potrei aggiungere altro ma mi fermo.. Mi pare comunque ce ne sia già abbastanza per clonare uno slogan alternativo a quello dei moderati  di Ferdinando Casini che  ricorderete anche Voi…

 …moderati…come te…dice il loro slogan      

Io direi piuttosto……indignati  come te ……...  ma alla ricerca di un       nuovo sogno per l’Italia…

Chiedo i vostri contributi per affinare le idee che trovate  negli altri capitoli  e che andranno “ organizzate “ bene, semplicemente..e nell’interesse generale e quindi grazie per il contributo che darete .

Lavoriamo quindi insieme per il nostro “ we have a Dream!!”e sviluppiamo   le proposte per migliorare il nostro paese tornandone protagonisti!!!!!

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

A chi mi rivolgo

Mi rivolgo   in generale  a tutti quelli che come me, attraverso un processo democratico,  vorrebbero  licenziare l’attuale classe dirigente politica per  ” prolungato mancato raggiungimento degli obiettivi minimi ” ,  proponendo valide alternative che possano  rilanciare definitivamente tutte le ” eccellenze ” del nostro paese all’insegna di Equità, diritti e lavoro.

Mi rivolgo   a tutti gli onesti  cittadini che hanno  sempre votato e che  oggi si sentono profondamente  delusi …ingannati…arrabbiati ed  anche a quella moltitudine di cittadini che per le stesse ragioni hanno invece smesso da tempo di votare e che, se votassero tutti, questa volta potrebbero cambiare l’Italia!

Mi rivolgo  a tutti coloro che si sono sempre impegnati molto nel  proprio lavoro, hanno fatto gavetta  con orgoglio,  non hanno studiato alla Bocconi ma hanno imparato le principali regole economiche ed etiche  nella vita di tutti i giorni , sul campo, in famiglia e sempre nel rispetto del bene    “ comune” .

Mi rivolgo a tutti quelli   che il lavoro lo hanno perso o non sono ancora riusciti a trovarlo e che si sono sempre comportati onestamente, hanno sempre rispettato le leggi, hanno sempre pagato le tasse ed oggi sono pervasi da un sentimento di rabbia  e di irritazione  ..che cresce ogni giorno di piu’

Mi rivolgo a tutti quelli che non credono che ” licenziare ancora piu’ facilmente, dipendenti privati e pubblici  che si impegnano seriamente sui posti di lavoro,                          sia la  ”  giusta ricetta “per fare ripartire l’economia .

Mi rivolgo a quelli che  credono che  la vera ricetta per  la ripartenza dell’economia stia  nella riduzione  delle tasse e degli sgravi fiscali ai lavoratori dipendenti e alle   imprese  ( redditi e loro personale  dipendente),  nella radicale semplificazione della burocrazia  e nel funzionamento rapido della giustizia .                         

Mi rivolgo a tutti quelli che  sono preoccupati osservando la progressiva pedita di  potere di acquisto delle proprie retribuzioni e per non riuscire piu’ a garantire alle loro famiglie la copertura delle spese primarie; ragioni per le quali  si svegliano ogni mattina senza entusiasmi  e  con sempre minor speranze per il domani.

Mi rivolgo  a quelli che non  si sentono piu’ rappresentati da questa classe dirigente politica 

Mi rivolgo a quelli che sentono la mancanza di una politica che sappia volare alto e che sia orientata veramente all’interesse di tutti e non di pochi, di  una politica che  sia un valido esempio  , perchè l’esempio , mi ha insegnato mio padre, viene sempre dall’alto!!Una politica che sia in grado di  costruire e condividere un progetto, una visione dell’Italia di domani e che sappia garantire giustizia,  equità sociale  e solidarietà tra tutte le categorie , sviluppo economico e lavoro , lavoro che sia veramente lavoro  e non “ ricatto” non   “ schiavismo moderno ”  , lavoro che ridia capacità progettuale ed orgoglio alle famiglie, ai giovani ed ai meno giovani che hanno perso , stanno perdendendo o rischieranno di perdere il loro lavoro. Una politica che sia in grado di unire e non di dividere,  di far tornare quell’orgoglio di essere italiani e quel senso dell’ “ onore” che ancora oggi caratterizza quelle popolazioni che vivono di “ grandi valori” e che con quei valori fanno la differenza! …….una politica che sappia far tornare  la “ speranza “   di  una vita migliore  in ognuno dei suoi “ cittadini” , ai  giovani e meno giovani , alle donne ed agli  anziani … ..mi rivolgo quindi a  tutti  quei cittadini che come me  non vogliono piu’ aspettare che a decidere  dei loro destini siano sempre gli stessi potentati  ed i  bugiardi   e che vogliono dire finalmente “ basta “ ora ci proviamo noi!!!

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 1 commento

Hello world! Mi presento

Nonostante gli  impegni  professionali  sempre pressanti mi lascino poco tempo libero, sento un forte bisogno di  impegnarmi in prima persona  per contribuire al cambiamento, ormai non piu’ rimandabile,  della politica nazionale italiana, cambiamento che vedo veramente alla portata solo se verrà condiviso anche da tutte quelle persone che  da anni hanno smesso  di votare!

Votiamo, votiamo insieme per un progetto nuovo fatto da cittadini qualunque che aderiscono a quei movimenti e partiti come IDV che lottano per ua italia piu’ equa , votiamo e con una grande maggioranza … potremo veramente cambiare il paese in meglio!

Io ci credo!! Crediamoci insieme di nuovo.

Mi chiamo Elio Antonucci  e sono figlio di un ex  Ispettore capo della Polizia di stato che ha sempre servito il paese con lo stile , l’abnegazione ed i valori che erano quelli di Falcone e Borsellino. Ho fatto parte della catena intermedia di management di una grande multinazionale americana  comportandomi secondo quei valori che mi sono stati trasferiti , anche con l’esempio,  a cominciare da mio padre . 

Ho sempre pensato che  quei valori , quei principi etici e quel senso di responsabilità dovessero essere fonte di ispirazione primaria di  tutti ed a maggior ragione dei rappresentanti della nostra politica che avrebbe dovuto trovare ispirazione e soddisfazione nella realizzazione di ” quel bene ed interesse comune ” che oggi sembra invece sostituito da interessi individuali di una classe dirigente ed imprenditoriale in cui abbiamo perso fiducia e stima che sta continuando a svaligiare le risorse del nostro paese e tentando di indebolire anche la struttura dei  diritti  costituzionali dei lavoratori.

Dobbiamo rimettere rapidamente al centro  della nostra vita cio’ che serve per ricostruire un grande paese e  per  affrontare l’argomento  inizio da 2  riflessioni  che riguardano i valori fondamentali a cui la politica dovrebbe sempre ispirarsi: ….

la prima – riguarda un principio comportamentale  che ritengo fondamentale ed è il seguente:

Comportati sempre con grande senso di responsabilità e come vorresti che gli altri si comportassero con te!

la seconda –  … sempre molto attuale presa  in prestito dal filosofo Seneca ..  riguarda cio’ che per lui rappresentava e per me ancora oggi rappresenta  la base della convivenza e della società umana . Seneca in sostanza  diceva …

non è lecito per il proprio vantaggio nuocere al prossimo. Non è stato stabilito in questo modo soltanto dalla natura e riportato nel diritto delle genti.  Questo principio è sancito nelle leggi scritte,  non solo tramandate, di tutti i  popoli dai quali è tenuta insieme l’organizzazione politica nei piu’ diversi Stati.

Quindi a questo punto descriviamoli  questi   valori, valori al momento scomparsi  completamente dai riferimenti della nostra politica ma  indispensabili per il rilancio della nostra Italia ed in generale di tutte le nazioni:  

Quindi:

“risvegliamoci  e lavoriamo per rimettere insieme tutti i pezzi!!”

Operiamo insieme in modo che  I Cittadini ed il bene comune  tornino  finalmente  al centro degli interessi di una  vera Politica!!

Facciamo tesoro di tutto quanto è stato negli anni riportato da giornalisti e scrittori seri che ci hanno raccontato e continuano a raccontarci  gli inaccettabili  “scandali ”  che hanno coinvolto la nostra politica, gli appalti pubblici i comportamenti poco etici ed adottiamo i necessari rimedi.!!

Negli articoli  al momento pubblicati sul blog,  troverete :

– 4   discorsi  importanti,  2 dei fratelli Kneedy( JFK & Robert ), quello di Martin Luter King e quello del Presidente Obama

– il trailer di un film  del 1980 capace di emozionare per i valori che esprime 

– una descrizione iniziale  del programma composto da 4 obiettivi , condiviso con tanti colleghi ed amici  ed ancora in fase perfezionamento .

Speriamo possa essere un  valido complemento, un’integrazione del programma attuale del M5S.

Attendiamo i vostri suggerimenti  ….Happy blogging then !

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Quarto obiettivo: Controllo..controllo..ed azioni di miglioramento continuo

Come per tutti i processi ” virtuosi ” presenti anche nelle aziende di successo private, sarà  necessario, direi fondamentale, istituire organizzazioni fortemente indipendenti ed autonome che abbiano la responsabilità di  controllare seriamente la qualità e la trasparenza di tutti i programmi gestiti  in nome e per conto dello stato e che possano, per tempo, segnalare eventuali deviazioni e problemi che potrebbero   compromettere i risultati qualitativi , quantitativi  e tempistici attesi.

Da questa iniziativa  dipenderà la capacità  di mantenere e rispettare gli impegni che prendiamo evitando contestualmente sprechi significativi delle risorse economiche in gioco.

Dovremo altresi’ istituzionalizzare   periodiche ” survey ”   da indirizzare ai nostri cittadini attraverso le quali potremo catturare i livelli di insoddisfazione   e gestire le lamentele legate alla inefficienza della struttura e non solo.

Pubblicato in Presentazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Terzo obiettivo: ritorno all’economia Reale attraverso progetti a breve-medio e lungo termine

Con il metodo  dei  tavoli di discussione con Esperti  sui  vari temi ed  in strettissima sinergia con le istituzioni locali ( Comuni e Regioni ) per le implementazioni dei piani stessi, andremo a trattare:  

  1. Sviluppo economico  e localizzato
  2. Sblocco patto di stabilità dei comuni
  3. Utili ed urgenti Grandi opere e rilancio di una edilizia di recupero e ristrutturazione  del patrimonio abitativo in ottica  di ” ecosostenibilità”
  4. Trasporti con approccio KM0
  5. Reti veloci disponibili sul territorio ( WIFFI ecc)
  6. Sviluppo agroalimentare con vendita ad approccio KM 0 – artigianato
  7. Sviluppo turistico alberghiero
  8. Beni culturali
  9. Sanità  pubblica efficiente, efficace e senza sprechi
  10. Scuola,Istruzione ,Ricerca e Sviluppo in ottica + pubblico privato
  11. Fonti energetiche alternative e trasporti
  12. 10. Finanza e Banche( trasparenza  completa , controllo e sanzioni per chi sbaglia , risarcimento dei risparmiatori truffati,  no alle scatole cinesi,  si alla galera per il falso in bilancio )

  Ps.  anche qua ricordiamo l’importanza di rinegoziare  le regole in Europa ed agire in sinergia con le istituzioni locali (Comuni e Regioni.)

Pubblicato in Presentazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Secondo obiettivo: ristabilizzare permanentemente e rapidamente ” Equità, lavoro e Diritti “

Dobbiamo ristabilizzare ” permanentemente  e molto velocemente ” Equità, lavoro e diritti ” recuperando i danni  prodotti e ormai sotto gli occhi di tutti.

Tutte  le ingenti risorse economiche recuperate  al punto precedente, andranno quindi dedicate per sostenere le seguenti iniziative : 

Pensioni:

  1.  ripristino dei 40 anni di contibuzione .Ripristino  della pensione di vecchiaia a partire da 60-61 anni di età  anagrafica per gli uomini e da 55 per le donne. Su base volontaria ed incentivata , prevedere la possibilità di continuare a lavorare anche superati  i limiti anagrafici e di anzianità previsti ( questo potrebbe indirizzare tutti quei casi dove o per volontà individuale o per necessità aziendale, fosse necessario continmuare ad avvalersi delle competenze acquisite dal lavoratore ). Introdurre un ulteriore concetto di  flessibilità che possa consentire  di   anticipare la pensione dopo un periodo di contribuzione minima pari ad almeno 20 anni con conseguente riduzione dell’assegno pensionistico percepito.
  2. Pensione calcolata molto semplicemente con metodo retributivo per tutti e sulla media degli  stipendi degli ultimi 5-10 anni. Eliminazione di tutte le regole ed i parametri introdotti che penalizzano fortemente lavoratori dipendenti e non sono applicate ai politici in generale.
  3. adeguamento valori delle pensioni minime al costo ed alla decenza della vita ed aggiornare i valori delle contribuzioni volontarie per le pensioni minime e quelle dei lavoratori autonomi       
  4. soluzione immediata per tutti gli attuali ” esodati ” 
  5. adeguamento valori delle pensioni minime al costo ed alla decenza della vita
  6. definire un tetto  complessivo per le pensioni d’oro

2.  Fisco :    

  • Irpef  piu’ progressiva e ridotta a 3 aliquote , max 33% sino a 700.000 euro/anno 
  • ( ipotesi di altre 2 fasce progressive per redditi superiori)
  • Riduzione sensibile della aliquota  trattenuta sul TFR
  • forte riduzione per le imprese per quanto riguarda le tasse sui dipendenti
  • incentivi per le aziende che assumono a tempo indeterminato e sul nostro territorio

3.   Lavoro :  

  • ripristino articolo 18 e fortissimi sgravi fiscali  sul personale assunto  a tempo indeterminato per le aziende  che investono  in Italia 
  •  interventi mirati a sostegno di         aziende in difficoltà
  • interventi mirati a sostegno di lavoratori e persone in difficoltà
  • interventi legislativi mirati al sostegno delle lavoratrici e delle famiglie per  incentivare contratti a tempo indeterminato e part time con varie forme di flessibilità  per gli orari
  • estensione dei diritti e delle tutele a tutte le categorie di lavoratori dopo un coerente periodo di prova-tirocinio

4.  Media e frequenze televisive :

  • garantire pluralità  di informazione ed  istituire aste di assegnazione pubbliche

5.   Giustizia: 

  • Ripristino del ” falso in bilancio ” e di tutte quelle leggi cancellate a beneficio delle ” cricche”
  • Legge anticorruzione
  • Legge sul conflitto di interessi
  • Abolizione Scatole Cinesi
  • Operazione “  Parlamento e Pubblica Amministrazione  puliti “
  • Progetto “ Certezza della pena per tutti “    
  • Progetto “ Efficienza, processi  e strumenti adeguati “ per poter concludere tutti i procedimenti( a partire dai  civili  in un tempo  massimo di 12-16 mesi ) 
  • Ridurre i tempi dei processi penali

6.  Welfare :  

  • Progetto  di adeguamento alle best practices Europee ( copiamo quanto di meglio fanno gli altri paesei sul tema ) e dare supporto alle categorie piu’ deboli

7.  Accoglienza ed integrazione:

  • Sviluppare un progetto ed un piano  adeguato che prevede accoglienza, nuove regole e rispetto delle stesse. Fare riferimento   alle best practices Europee ( copiamo quanto di meglio fanno gli altri paesei

8. Ambiente : 

  • Ampi e seri Progetti  di ecosostenibili a tutela e sviluppo dell’ambiente con approccio possibilmente  sempre piu’ ” proattivo ” e ” preventivo “

9.   Spese politica-sprechi:

  • seria analisi degli sprechi  e conseguenti azioni di recupero risorse (finanziamenti ai partiti,ai giornali , auto blu-costi  e dimensionamento della politica e  delle sue strutture regionali, provinciali e comunali )
  • gare sempre pubbliche ed internazionale per l’assegnazione di importanti gare di Applati Pubblici su cui vigileranno strutture di controllo indipendenti e competenti.

10.  Verifica e riduzione  significativa delle tariffe energetiche

11. . Debito pubblico:

  • rinegoziare tempi e metodi con l’Europa evitando l’asfissia dell’economia e dei cittadini e delle piccole e medie imprese .
  • concertare le richieste ed un nuovo piano unendosi agli altri paesi in difficoltà( Grecia-Spagna-Portogallo-Irlanda )
  • valutare  anche tutte le ipotesi inclusa l’uscita temporanea o definitiva dall’Euro

12. Efficienza PA:  

  • sviluppare un progetto di  accorpamento intelligente delle strutture pubbliche riconvertendo le risorse in età da lavoro su attività essenziali allo sviluppo del paese ed alla tutela e recupero del nostro territorio

13. Recupero beni e denari sottratti ai cittadini

  • valutare acuratamente ed eticamente un piano adeguato   

Ps. tutti i piani e progetti a  breve, medio e lungo periodo  andranno sviluppati  attraverso l’istituzione di tavoli di lavoro specifici ai quali dovrebbero essere chiamati a partecipare anche le  intelligenze e le figure piu’ preparate e nobili del momento per perseguire il migliore risultato a beneficio di tutto il nostro paese.

Pubblicato in Presentazione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Primo obiettivo prioritario : Recuperare e riallocare le risorse economiche (€) per uscire dalla crisi

Primo obiettivo prioritario:

Dobbiamo recuperare le risorse economiche necessarie per fare le cose giuste!!

Dobbiamo quindi recuperare almeno una parte delle risorse oggi assorbite dalle voragini dei  punti  n. 1 e n. 2 destinandole alle voci e riforme  del punto n. 3,   ripristinando  davvero l’equità che abbiamo perso e facendo ripartire l’economia”

Punto n.1 : Corruzione + Evasione Fiscale + Lavoro nero + Mafie + Riciclaggio + Sprechi  e privilegi  (che causano perdite stimate in   ca. 600 Miliardi di € annui)

Punto n. 2: Rendite finanz. eccessive + Patrimoniale mirata + Speculazione selvaggia + Scudi fiscali (ultimi 10anni ) + Finanza creativa +banche  

(qui il dato è meno certo  ma si tratterà  di un valore  molto vicino al punto n. 1 =  ca. 600 Miliardi € annui

Se si riuscisse a recuperare anche solo il 10% dai buchi neri di questi due punti, avremmo  circa 120 miliardi di euro all’anno di nuove risorse da destinare a:

Punto n. 3: Lavoro e pensioni , Giustizia, Welfare, Ambiente e beni culturali. Efficienza PA, Debito pubblico, Fisco e Riduzioni degli oneri fiscali.

Contestualmente  ed in accordo con altri paesi Eurodeboli od Euroscettici, andranno rivisti accordi e regole con l’Europa  per riconquistare sovranità ed indipendenza evitando una ulteriore recessione ed indebolimento delle classi piu’ deboli.

Pubblicato in Presentazione | Contrassegnato | Lascia un commento